Il mercato immobiliare

Dal 2006 ad oggi, il mercato immobiliare ha subito una forte crisi, che ha messo in discussione l’intero comparto. Si stima che più di 100.000 imprese nel settore delle costruzione siano uscite dal mercato negli ultimi 10 anni. Gli immobili hanno subito una riduzione del valore di circa 25%.

Quali sono state le ragioni che hanno condotto a questo risultato? Sicuramente possiamo elencare:

  1. la presenza sul mercato di un alto numero di operatori non proporzionato alla domanda del mercato.
  2. la difficoltà di accesso al credito delle aziende
  3. la dimensione molto piccola delle aziende, che non riesce a fornire soluzioni “chiavi in mano”
  4. la carenza di innovazione del settore

Nella pratica quotidiana chi lavora nelle costruzioni si scontra con ostacoli quali:

  1. costi di realizzazione incontrollati, spesso determinati da imprevisti non preventivati
  2. tempi incerti dati dalla difficoltà di coordinamento del processo (progettista, l’amministrazione, il costruttore e il cliente)
  3. difficoltà di ottenimento del finanziamento
  4. la mancanza di innovazione rende gli immobili tutti uguali sul mercato, e determina quindi il decremento del valore immobiliare

BSprojects nasce qui, per dare una risposta concreta alle necessità contingenti. Come? promuovendo una progettazione BIM & nZEB!

nZEB significa “net Zero Energy Building” cioè Edifici ad Energia quasi Zero. Perché investire in questa architettura?

Semplice, perché è il FUTURO!

Perché Elon Musk investe miliardi di dollari in Tesla? Perché l’auto elettrica è il FUTURO

Come per il settore automobilistico, così in quello immobiliare non ha più senso costruire con tecnologie oramai superate.

In un futuro, verosimilmente sempre più prossimo le nostre città di trasformeranno in smart city, nelle quali tutto sarà interconnesso “internet of things”. In questo modo si riuscirà a gestire al meglio i problemi legati a sicurezza, consumo energetico e mobilità. Gli immobili saranno ovviamente interconnessi al sistema e dovranno essere smart building.

Non esistono ad oggi alternative  ad una visione sostenibile, l’architettura del futuro sarà integrazione di forme e tecnologie avanzate.

Il BIM  viene incontro a questa necessità, perché permette la progettazione e la gestione dell’opera in modo totalmente innovativo consentendo la progettazione integrata e la condivisione delle informazioni.

Pensate quanto possa essere importante in termini di controllo dei tempi e dei costi, pensate a quanto questa tecnologia possa rendere trasparente l’intero processo edilizio.

Si stima che gli errori in fase di esecuzione incidano tra il 30% ed il 40% del costo dell’opera.

Contattaci subito